In questo articolo vogliamo mostrarti l’importanza del SELF TALK, ovvero, del dialogo interno per uno sportivo.

Dopo aver iniziato la rassegna delle 8 abilità mentali da allenare per vincere nello sport”, approfondendo il GOAL SETTING e le TECNICHE DI VISUALIZZAZIONE, vediamo in che modo ciò che ti dici incide sulla tua performance sportiva, e come puoi allenarti attraverso il Mental Training per sviluppare una mentalità da campione e vincere.

Sai che molte volte, senza volerlo, i tuoi pensieri si trasformano in autosabotaggi per la tua prestazione?

Ebbene sì, l’hai fatto tutte le volte che hai pensato in maniera negativa a te stesso, hai dubitato delle tue capacità o ti sei detto che non potevi farcela, già prima che iniziasse la gara.

Anche se, come essere umani possediamo l’autoconsapevolezza, ossia la capacità di riflettere sul nostro processo di pensiero, non sempre il livello di questa è sufficiente per metterci al riparo da questi inconvenienti. Ed è per questo che va allenata…

Ora, hai la possibilità di apprendere come gestire il tuo dialogo interno in maniera positiva, affinché la tua mente con i suoi pensieri sia la tua più grande alleata. Infatti…

Il dialogo che intrattieni con te stesso può essere il tuo più grande amico o il tuo peggior nemico!

Ciascuno di noi parla con se stesso. Anche tu qualche volta lo fai ad alta voce, magari elogiandoti per una buona esecuzione o criticandoti ferocemente per aver commesso un errore. Altre volte, lo fai con la “voce interiore” che è silenziosa all’esterno, ma all’interno può rimbombare e renderti insicuro.

La comunicazione con te stesso influenza la concentrazione, agisce sulla motivazione, aumenta o abbassa la tua autostima, quindi puoi immaginare quanto sia importante formularla in modo corretto.

Il dialogo interno può essere positivo o negativo. E puoi crederci che l’impatto sul tuo stato d’animo, prima e durante la competizione, cambia notevolmente.

Ecco alcuni esempi di pensieri negativi:

“Oggi sono un disastro”, “Oggi non è giornata”, “Sono un idiota, se continuo così perdo di sicuro”, “Non devo sbagliare”.

Come ti senti quando ti dici frasi di questo tipo? Sicuramente, non ti senti al massimo delle tue possibilità, ma piuttosto giù!

Ecco alcuni esempi di pensieri positivi:

“Forza ce la puoi fare”, “Oggi è il mio giorno”, “Continua così che sta andando tutto bene”, “Sono qui e sono sicuro di aver fatto tutto il possibile per essere al meglio di me stesso”.

E, ora, come ti senti quando parli a te stesso così? Diversamente, vero?

Come vedi, i pensieri determinano le emozioni e queste influenzano le prestazioni.

Perciò, impara a pensare in modo positivo a te stesso e al tuo gioco. Cioè, monitora cosa dici a te stesso e nutri sempre la tua parte buona, non quello cattiva! Hai il potere di sfidare questi pensieri e di rimpiazzarli con idee più positive e utili.

Questa è una delle più importanti lezioni di vita che tu possa imparare. Comprendere che questa scelta è solamente tua è molto importante e arricchente.

Come fare quindi?

Ecco a te 6 principi fondamentali per formulare un dialogo positivo!

1. Usa frasi specifiche. Evita pensieri troppo lunghi, meglio frasi brevi, decise e mirate allo scopo per cui le pronunci.

2. Usa il tempo presente. Devi rivolgerti alla tua mente nel “qui e ora” e dargli un comando di certezza. Il presente descrive qualcosa che esiste e trasmette sicurezza, il futuro qualcosa che esisterà un giorno e ti dà speranza, il condizionale qualcosa che forse esiste e ti insinua il dubbio. Perciò “Forza, ce la posso fare” è meglio sia di “Ce la farò” che di “Dovrei farcela”.

3. Formula frasi positive, evitando parole negative. Il nostro cervello non conosce la negazione, perciò quando usi frasi negative tipo “Non devo sbagliare”, inconsciamente, pensi all’immagine di te che sbagli e questa ha un impatto emotivo molto forte e negativo. Una valida alternativa può essere “Mi concentro e ce la posso fare”.

4. Evita pensieri che esprimono un giudizio. Nel tuo dialogo interiore è inutile commentare e giudicare, soprattutto quando è riferito ad un errore che hai appena commesso. Prendi atto dell’accaduto e formula un pensiero lineare. Se ad esempio, stai giocando a tennis ed hai sbagliato un colpo, anziché dirti “Ho sbagliato perché non sono in forma”, puoi fare meglio con “Ho appena sbagliato. Stop. Respira. Ora, io la metto in campo”.

5. Ripeti frasi positive. Sviluppa una lista di frasi efficaci o affermazioni positive per accendere tutto il potenziale che è in te. Assicurati che ogni affermazione sia significativa, in modo che ti trasmetta ciò che vuoi. Poi, è la ripetizione di queste affermazioni che ti porta a crederci. E una volta che la credenza è diventata una profonda convinzione, le cose iniziano ad accadere.

6. Sii gentile mentre ti parli. Evita di insultarti o essere troppo intransigente, non serve e ti sottrae energia e valore. In più, genera rabbia e tensione. Limitati a descrivere con distacco l’oggetto del tuo pensiero.

Ora, che conosci questi 6 principi, sei pronto a nutrire la tua parte buona?

Allora, buon allenamento e al prossimo post!

P.S. Se sei un atleta, un allenatore, un mental coach o aspirante mental coach, scopri come migliorare questa e le altre abilità mentali grazie al corso intensivo SPORTS PERFORMANCE COACHING. In una settimana intensiva puoi imparare le migliori strategie e le più avanzate tecniche di sport mental coaching, per allenare la tua mente o quella degli atleti e delle squadre a vincere. CLICCA QUI! 

Se non l’hai ancora fatto, Clicca “Mi piace” sulla pagina Facebook Sports Performance Coaching!

Condividi ora!

Powered by themekiller.com