Oggi, durante il corso di Coaching essenziale, i partecipanti hanno fatto un bellissimo ed intenso lavoro per fare chiarezza sulla propria vita, focalizzarsi su ogni specifica area (fisico, emozioni, svago, lavoro/carriera, famiglia, vita sociale, ambiente, mission e contributo al mondo, crescita personale, finanze), e scrivere concretamente un piano d’azione per arrivare, tra 3 anni, a vivere la vita che immaginano e desiderano, oggi. 

Scegli ciò che vuoi, altrimenti sei costretto a prendere ciò che viene!

Alcuni dei partecipanti, dopo aver lavorato sulla ruota del presente e del passato, ci hanno detto:

Mi aspettavo fosse molto peggio di quello che è! 

E, condividendo i loro feedback, è emerso questo importantissimo concetto condiviso da tutti:

Per vivere la vita che voglio, è più importante togliere, anziché aggiungere.

Niente di più vero. Per vivere la propria vita al meglio, è più importante togliere che aggiungere.
Cosa c’è da togliere?

1.Attività e persone che non aggiungono alcun valore alla tua vita. La maggior parte delle persone vive chiusa nella ruota del criceto e si affanna in un’infinità di occupazioni che sottrae loro tempo, energie e vitalità. Se stai pensando: “Beh, ma se le fanno, vuol dire che vogliono farle o devono farle!“, la risposta è che: “Non è sempre così“. Tante persone si complicano la vita perché non si prendono del tempo per pensare a come vogliono che sia la loro vita, a cos’è più importate per loro, a gestire le loro diverse attività e a capire quali è possibile eliminare.   


La qualità della tua vita è determinata dalla qualità delle tue domande!


Se non ti fermi neanche un attimo a porti delle domande di qualità, quali:

Chi sono?
Come voglio che sia la mia vita?
Di quali persone mi sto circondando?
Come posso migliorare in quest’aspetto?
Come posso sentirmi più felice e realizzato?
Cosa posso fare di diverso per risolvere questa situazione?
Cosa posso eliminare per vivere finalmente la vita che voglio?

È ovvio che continuerai a prendere quello che viene e a fare cose che non ti soddisfano e che appesantiscono la tua vita.

Cos’altro c’è da togliere per vivere la tua vita al meglio?

2.Quella fastidiosa vocina critica che circola continuamente nella testa, dicendoti: “Non ce la faccio“: “È troppo difficile“: “E se andrà male?“… Questa vocina è il risultato dell’educazione che hai ricevuto, dalle esperienze che hai fatto e di ciò che ti è stato detto dalle persone a te vicine nel corso del tempo. Tutto ciò ha creato in te delle convinzioni, convinzioni che si manifestano nella tua testa, proprio sotto forma di quella vocina che sei abituato a sentire dentro di te.

Il bello è che, proprio per il fatto che questa vocina è nella tua testa, dipende da te ascoltarla, modificarla o eliminarla! Ciò che ti dici determina come ti senti e, di conseguenza, quello che fai o che non fai. Ecco perché, nei corsi di PNL, insegniamo, precisamente, come fare per agire su quest’aspetto, al fine di imparare a gestire il tuo stato emotivo ed eliminare tutte quelle interferenze che ti impediscono di vivere la vita che vuoi.

Cos’altro c’è da togliere per vivere la tua vita al meglio?

3.Tutte le cose negative che immagini, quando pensi a qualcosa che vuoi fare o a qualche risultato che vuoi raggiungere. Se vuoi raggiungere un obiettivo che desideri, perché immaginarti ciò che può andar male, invece di immaginarti ciò che può andar bene?

Come dice R.Bandler, il fondatore della PNL:

La delusione richiede un grande lavoro di pianificazione.

Allora, dato che la tua mente è, sempre e comunque, impegnata a pianificare (il più delle volte ciò che NON vuoi accadano), perché non le insegni a pianificare ciò che VUOI che accada? 

Per fare chiarezza sulla tua vita e definire un chiaro ed efficace piano di azione, partecipa anche tu alla prossima edizione del Coching essenziale: VOGLIO PARTECIPARE! 

Per scoprire i meccanismi della tua mente ed imparare a gestirla al meglio, partecipa al corso promozionale: BASI di PNL!

Ti alleniamo al successo!

Condividi ora!

Powered by themekiller.com