Sempre più atleti e squadre sportive si avvalgono della figura professionale del Mental Coach e si allenano attraverso il Mental Training per incrementare le proprie abilità mentali. Queste sono fondamentali nello sport per generare una performance di alto livello e vincere.

E per darti la possibilità di saperne di più in merito, abbiamo deciso di dedicare questo articolo proprio alle 8 abilità mentali fondamentali nello sport. E, successivamente a questo, pubblicheremo un nuovo articolo per ognuna di esse. Così apprenderai nuove e potenti tecniche di allenamento mentale che potrai applicare con facilità al tuo sport.

Per migliorare le tue prestazioni ricordati sempre di:

“Allenare la tua mente quanto alleni il tuo corpo.”

 Ecco le 8 abilità mentali fondamentali nello sport.

1. GOAL SETTING – L’abilità di formulare gli obiettivi sostiene la motivazione sia nelle fasi di gara che di allenamento. L’allenamento al “goal setting” si fonda sulla corretta definizione degli obiettivi, secondo il metodo degli OBIETTIVI BEN FORMATI, in maniera coerente con il funzionamento della tua mente. Hai bisogno anche di una periodica scelta e revisione di obiettivi, non soltanto di risultato ma anche di prestazione (il cosa) e di processo (il come). Inoltre, la possibilità di avere gli obiettivi in mente, distinti in breve, medio e lungo termine consente di aumentare la motivazione interiore e di mantenerla nel tempo.

2. IMMAGINAZIONE – L’immaginazione mentale (Imagery), comunemente chiamata visualizzazione, consiste nel processo di utilizzo di tutti i tuoi sensi per aiutarti ad apprendere e sviluppare nuove abilità e strategie sportive, così come a visualizzare il successo. Decine di studi sperimentali hanno dimostrato i benefici effetti della visualizzazione sulla performance e quanto essa rappresenta uno dei più potenti strumenti del nostro arsenale mentale. D’altronde, le immagini che fai passare nella tua cabina di regia (la tua mente) hanno un impatto diretto sui tuoi stati d’animo e, di conseguenza, sulla tua prestazione.

3. SELF TALK – Il dialogo interiore o self talk è un’altra modalità utile a sostenere il controllo dei tuoi pensieri. Attraverso l’allenamento puoi modificarlo e migliorarlo a tuo favore. Ciò che pensi e dici rispetto a te stesso come atleta, agli avversari, al tuo sport, alla gara o all’allenamento, alla tua vita in generale e al contesto che ti circonda è molto importante. I pensieri hanno influenza  sulle emozioni che provi, sulle aspettative, sulle azioni e, quindi, sulle prestazioni. Perciò, impara a pensare in modo maggiormente positivo a te stesso e al tuo gioco. Cioè, monitora cosa dici a te stesso e nutri sempre la tua parte buona, non quella cattiva!

4. FOCUS – Il focus o attenzione selettiva, comunemente chiamata concentrazione (frutto di un’attenzione focalizzata), consiste nella tua dedizione al compito che stai svolgendo e che ti porta ad escludere tutto il resto. Nello sport, il focus richiede di rilevare le informazioni inutili per concentrarsi sul proprio obiettivo, come ad esempio il bersaglio nella scherma, la bandierina nel golf o l’occhio di bue nel tiro con l’arco. Attraverso un adeguato training puoi imparare a cosa prestare attenzione, quando essere più attento e come mantenere l’attenzione a lungo, imparando ad ampliare o a restringere volontariamente il focus dell’attenzione e a dirigere quest’ultima all’esterno o all’interno, secondo le richieste della situazione sportiva in cui ti trovi.

5. GESTIONE DELLE EMOZIONI – Il mental training sulla gestione delle emozioni, dell’ansia e delle condizioni stressanti si basa sull’individuazione degli stimoli esterni ed interni (pensieri, immagini, dialogo interno, sensazioni) a partire dai quali si attivano emozioni poco utili alla prestazione atletica e il benessere. Successivamente, si sviluppano nuove strategie di risposta a questi stimoli per generare stati d’animo più funzionali alla performance. In questo senso, le tecniche di Programmazione Neuro-Linguistica (PNL), di rilassamento e di respirazione risultano essere molto utili per eliminare sensazioni come ansia e paura, gestire le emozioni prima e durante la gara per essere lucido e non commettere errori (spesso anche banali) che possono compromettere un’intera gara e a volte un’intera stagione.

6. ATTIVAZIONE – Per attivazione o arousal s’intende il proprio livello di attivazione fisica e mentale, che rappresenta una risorsa mentale fondamentale per affrontare in modo adeguato una performance sportiva. Ogni atleta per performare al meglio deve avere il giusto livello di attivazione che è personale e che non deve essere né troppo basso né troppo alto. Un livello troppo basso (ipoattivazione) si traduce in poca energia, motivazione, stanchezza; insomma in un’atleta “scarico”. Al contrario un livello troppo alto di arousal (iperattivazione) equivale a uno stato di agitazione eccessiva, sudorazione, tensione muscolare che non agevolano affatto il buon rendimento. Insomma il livello di attivazione ottimale è quella che sta nel mezzo, ovvero quella giusta “carica” che ti fa dare il meglio di te ed essere nello stato di flow, ovvero flusso, in cui sei in grado di eseguire la massima performance (peak performance).

7. MOTIVAZIONE – La motiv-azione, è il motivo per il quale compi determinate azioni. Innanzitutto, sappi che, se cerchi sempre o spesso la motivazione intorno a te, può accadere che ad un certo punto possa venir meno lo stimolo motivazionale esterno che ti spingeva a fare delle cose in una certa direzione. La motivazione più grande puoi trovarla solo dentro di te, nella tua mente e nel tuo cuore. E quando la trovi, questa è sicuramente più duratura, ma dovrai sempre alimentarla ricordandoti spesso il motivo originario da cui sei partito. Ogni percorso che porta ad un obiettivo importante è costellato da ostacoli. Perciò, è fondamentale avere non un unico motivo che ti spinge ad andare avanti, ma tanti “perché” che hanno il potere di alimentare la tua motivazione a procedere, ad andare avanti. La motivazione è il carburante del tuo motore. E, quando questo ne è pieno, va a pieni giri, alla velocità e con l’efficienza di una fuoriserie. Creati un obiettivo motivante e sfidante in cui credere e convogliare tutte le tue energie.

8. FIDUCIA – La fiducia in sé stessi si basa sull’autostima e sul convincimento di avere la capacità di affrontare qualsiasi sfida. Nello specifico, la fiducia in sé (self-confidence) consiste nella solida convinzione nelle proprie capacità, nella propria preparazione e nelle proprie abilità. Anche se conosci i tuoi punti deboli e lavorerai sul loro miglioramento, devi essere ben consapevole dei punti di forza di cui disponi per poterli potenziare e sfruttare al meglio. Insomma, per avere successo, è necessario credere di poter avere successo. Perciò, esercita continuamente i muscoli della fiducia!

Nella nostra attività di Sports Performance Coach, queste abilità mentali si sono dimostrate determinanti nell’aiutare gli atleti a creare una mentalità vincente, al fine di esprimere al meglio le proprie potenzialità. Ovviamente, ognuna di esse deve essere adattata alle tue specifiche esigenze e alle diverse situazioni in cui ti trovi.

Un approccio mentale da campione non sviluppa in una notte!

Così come per le abilità fisiche, tecniche e tattiche, l’allenamento mentale è un allenamento e richiede gli stessi processi per sviluppare l’approccio migliore:

Ripetizioni – Esegui una pratica mentale quotidiana e intenzionale.

Rinforzo – Sentiti bene in relazione ai tuoi sforzi ed evidenzia i tuoi progressi in un diario di allenamento.

Per padroneggiare queste abilità, definisci il tuo piano di miglioramento e focalizzati su una o due competenze mentali più volte al giorno per poter dare delle basi forti e solide al tuo mindset da Sportivo Vincente!

Sei un atleta? Sei un allenatore o un mental coach? Scopri come migliorare le tue abilità mentali grazie la corso intensivo SPORTS PERFORMANCE COACHING

Impara le migliori strategie e le più avanzate tecniche di sport mental coaching, per allenare la mente degli atleti e delle squadre a vincere. CLICCA QUI!

Condividi ora!

Powered by themekiller.com