Nel precedente articolo “Le 8 abilità mentali da allenare per vincere nello sport” ti abbiamo presentato le fondamentali abilità che possono essere allenate attraverso il Mental Training per generare performance sportive di alto livello e vincere.

In questo post, approfondiamo la prima di queste, il GOAL SETTING e cioè l’abilità di formulare gli obiettivi.

Questa è fondamentale perché, per ottenere prestazioni di alto livello, devi sapere quali sono i tuoi obiettivi e averli sempre in mente. E sono molteplici i potenziali benefici del goal setting:

  1. Crea un’attenzione focalizzata.
  2. Genera energia e voglia di avere successo.
  3. Incrementa, a lungo termine, la volontà e la motivazione di continuare ad andare avanti.
  4. È un’occasione per fare nuovi apprendimenti.
  5. Accelera la consapevolezza dei punti di forza e delle aree di miglioramento.

Perciò, eccoti alcune domande:

Quali sono i tuoi più piccoli obiettivi a breve termine?

Quali sono i tuoi obiettivi più grandi a lungo termine?

Qual è l’obiettivo più importante in assoluto nella tua carriera sportiva?

La chiave è identificare quali sono gli obiettivi per te più importanti, scriverli e poi metterli ben in evidenza, magari in un luogo dove puoi sempre vederli, affinché ti diano una costante motivazione.

Dopo averli identificati, focalizzati su un obiettivo alla volta. Cioè, concentra le tue energie e i tuoi sforzi per mettere in atto il tuo piano di miglioramento, giorno dopo giorno.

L’allenamento al “goal setting” si fonda sulla corretta definizione degli obiettivi, secondo il metodo degli OBIETTIVI BEN FORMATI, in maniera coerente con il funzionamento della tua mente.

Sia che si tratti di un obiettivo per la prossima settimana, la successiva gara, l’attuale stagione o l’intera carriera sportiva, tieni presente alcune caratteristiche fondamentali per la sua definizione:

È un obiettivo specifico?

È un obiettivo definito in positivo?

È un obiettivo espresso in termini di un risultato misurabile?

È un obiettivo prevalentemente sotto il tuo controllo?

Come saprai di averlo raggiunto? (Cosa vedrai, udirai e proverai?)

È un obiettivo suddiviso in tappe con una determinata tempistica?

Dopo aver risposto a queste domande, utilizza anche un sistema di valutazione a tre livelli per stabilire il grado di raggiungimento del tuo obiettivo in un allenamento, una gara o stagione.

LIVELLO BRONZO (obiettivo minimo) – Rappresenta un buon risultato in base ad una valutazione ragionevole delle prestazioni passate e delle capacità attuali. Ad esempio, supponiamo che tu sia un maratoneta con un personal best di 3h23’35” e che questo livello sia rappresentato da un tempo che va dalle 3h23’00” a 3h25’00”.

LIVELLO ARGENTO (obiettivo accettabile) – Si riferisce ad un significativo miglioramento. Proseguendo nell’esempio, un tempo compreso tra le 3h22’59” e le 3h20’00”.

LIVELLO ORO (obiettivo ideale) – Equivale al raggiungimento di un tempo che rappresenta un netto miglioramento della performance. Magari un tempo di 3h19’59” o meno.

Questo sistema ti fornisce tre livelli di successo piuttosto che un obiettivo target rigidamente definito. In più, il livello più alto non ha limiti, quindi, non pensare in piccolo, pensa in grande!

Oltre a definire il tuo obiettivo di risultato, ricordati altre 3 cose:

1. L’obiettivo di risultato una volta raggiunto deve metterti in una determinata direzione, quella del tuo sogno. Definisci il tuo sogno e verifica che ogni obiettivo raggiunto ti dia la sensazione di procedere verso il tuo sogno sportivo.

2. Hai bisogno anche di un obiettivo di prestazione. Definisci il cosa devi fare che, se fatto e fatto bene, ti da la più alta possibilità di realizzare il risultato desiderato.

3. Stabilisci anche un obiettivo di processo. Definisci il come hai bisogno di fare la tua prestazione e tutti i passaggi necessari per realizzarla.

Una volta definito il tutto, prevedi anche una periodica revisione degli obiettivi. E per questo, può essere molto utile un diario di allenamento o delle schede di lavoro in cui annotare il tutto.

Un’ultima cosa da scrivere a caratteri cubitali nella tua mente per il tuo obiettivo:

“Pensalo e poi scrivilo!”.

E, Sofia Goggia, che abbiamo scelto nella foto come simbolo, è un esempio emblematico di un efficace goal setting che, insieme alle altre sue eccellenti abilità, l’ha portata a coronare il sogno di vincere la Medaglia d’Oro in discesa libera nelle ultime Olimpiadi Invernali di PyeongChang 2018.

Sei un atleta? Sei un allenatore o un mental coach? Scopri come migliorare questa e le altre abilità mentali grazie al corso intensivo SPORTS PERFORMANCE COACHING.

In una settimana intensiva puoi imparare le migliori strategie e le più avanzate tecniche di sport mental coaching, per allenare la tua mente o quella degli atleti e delle squadre a vincere. CLICCA QUI!

 

Condividi ora!

Powered by themekiller.com