Più volte ci siamo domandati: quali sono le caratteristiche del leader efficace?

Le risposte spesso sono state molto diverse: qualità specifiche, competenze (hard skills), ma anche soft skills, approccio mentale, attitudine ad ispirare, entusiasmare e motivare.

Spesso, viene fuori che la figura del leader assomiglia ad un enorme puzzle composto da numerosissimi pezzi.

Alchimia, pura coincidenza di eventi o predisposizione naturale?

Intorno al concetto della leadership si è spesso discusso, arrivando alla conclusione che un vero leader si può riconoscere fin da subito. Insomma, leader si nasce.

In realtà, essere un leader efficace non è solo frutto di una predisposizione innata, ma si può diventare seguendo in maniera mirata precisi comportamenti. Un leader efficace, quindi, si può costruire “a tavolino”.

Come?

Lavorando duramente su sé stessi, agendo sul proprio mindset e ripensando i comportamenti di ogni giorno.

E quali sono le 6 caratteristiche del leader efficace?

Scopriamole insieme!

1.Trasmette positività

Se sei tu il primo a pensare di non farcela, allora lascia stare, la leadership non fa per te!

Per essere riconosciuto come leader, tu stesso devi essere il motore dell’ottimismo, condividendo la tua visione e trasmettendo in maniera concreta la tua passione.

Una delle doti del leader risiede sicuramente nella capacità di comunicare efficacemente, nel trovare le parole giuste per far sì che gli obiettivi condivisi vengano perseguiti al meglio, mostrando costante fiducia nei confronti dei suoi collaboratori.

Ecco che allora una comunicazione efficace, basata su incoraggiamenti e supporto continuo, piuttosto che su ordini e imposizioni, può fare la differenza e può consentire di raggiungere performance eccezionali.

2.Ispira le persone

Anziché impartire ordini e direttive, cercando di motivare i collaboratori a agire, ispirali attraverso il tuo esempio. Sii il cambiamento che desideri.

Stimola e favorisci la crescita personale e professionale dei collaboratori, promuovi il loro apprendimento e sviluppo. In definitiva, ispira le persone ad auto-motivarsi per cambiare in meglio la propria situazione lavorativa e la propria vita.

Per fare questo, è importante avere e condividere con loro la tua visione chiara e realistica, definendo obiettivi chiari e misurabili.

3.Si aggiorna continuamente

Non si finisce mai di imparare, o ti aggiorni o ti fermi!

Chi intende evolversi per far evolvere gli altri deve innanzitutto conoscere se stesso, facendo un bilancio delle proprie competenze, prendendo coscienza dei propri punti di forza e delle aree di miglioramento.

Il leader dedica ampio spazio all’agenda della crescita personale per accrescere le proprie capacità manageriali e di leadership. Serve essere consapevoli dei propri limiti e della propria intelligenza, saper gestire le proprie emozioni e risolvere situazioni di crisi anche sotto stress, essere onesti e coerenti per ottenere fiducia dal gruppo, essere empatici e motivati, avere una forte vision, saper trasmettere gli obiettivi da raggiungere al proprio team, avere carisma e coraggio.

Sono tutte qualità che non possono certo mancare nella “cassetta degli attrezzi” di un leader efficace.

Inoltre, aggiornarti è anche uno stimolo per il tuo team che per spirito di emulazione continuerà ad aggiornarsi. Dare il buon esempio paga!

4.Trasmette fiducia

Devi essere presente e disponibile con il tuo team quando è necessario. Anche nei momenti di difficoltà, occorre trasmettere fiducia per ottenere il massimo. Avere fiducia in se stessi è molto importante e il tuo obiettivo è creare un team composto da persone che credono e hanno fiducia in ciò che fanno, che possono fare la differenza.

Una persona che ha fiducia in se stessa e sa di poter contare sulla fiducia del proprio capo, si sente sicura delle proprie capacità e si impegna totalmente per mostrare la sua parte migliore e non deludere le aspettative altrui.

5.Ha una visione chiara

Conoscere la visione strategica a cui mira l’organizzazione in cui agisci, ti permetterà di strutturare il lavoro del team verso la giusta direzione e di renderlo coeso. Chiarire le aspettative, non solo quelle dell’azienda ma anche quelle dei collaboratori, è fondamentale per poterle gestire nel modo migliore.

Inoltre, avendo chiarezza riguardo le aspettative e la meta comune da raggiungere, tutti si adopereranno con il giusto impegno nel remare nella stessa direzione.

6.È emozionale

Guai a far trasparire le tue emozioni, devi essere una sfinge!

Così si pensava qualche tempo fa tempo rispetto all’atteggiamento che un leader dovesse tenere. Oggi, l’emozione è una componente fondamentale che non può mancare tra le caratteristiche dei leader del futuro.

Crea interazioni positive con il tuo team, fornendo apprezzamenti positivi molto più di quanto fai con i feedback correttivi.

Congratulati con ciascun componente del tuo team alla fine di un progetto concluso con successo, incoraggia durante situazioni critiche e sostieni quando le circostanze non sono favorevoli.

Il tuo coinvolgimento emotivo, sempre commisurato alle situazioni, farà comprendere al team la passione professionale che, in ogni istante del percorso lavorativo, è necessario mettere in campo per ottenere il massimo.

Cosa ne pensi? Non è giunta l’ora di implementare queste caratteristiche nel tuo modo di essere leader?

Per farlo, partecipa al corso LA NUOVA LEADERSHIP: DA LEADER A COACH!

Ti allenerai per migliorare la tua leadership, integrando e adattando il tuo stile di leadership alle diverse situazioni e persone per raggiungere i tuoi obiettivi.

Condividi ora!

Powered by themekiller.com