“Mettersi insieme è un inizio, rimanere insieme è un progresso, lavorare insieme è un successo”.

Questa frase di Henry Ford suona come un invito a coltivare le proprie competenze di leadership, ma in realtà racchiude molto di più: per raggiungere grandi risultati hai bisogno di collaborare al meglio con altre persone.

Essere in grado di esercitare una leadership efficace dovrebbe essere una delle principali competenze di qualsiasi imprenditore, manager o professionista che lavori a contatto con le persone, soprattutto per sviluppare e mantenere un business florido e sostenibile.

Il business è fatto di persone e relazioni.

Sicuramente, occuparsi del brand, del prodotto, del marketing e della vendita è importante per il successo del business, ma non dimenticare gli aspetti relazionali del rapporto con i clienti interni (i tuoi collaboratori) ed esterni (chi acquista il tuo prodotto/servizio).

La leadership è una competenza da allenare e sviluppare, che può fare la differenza tra un business di successo e uno fallimentare, tra un rapporto di fiducia solido e duraturo e uno saltuario, con conseguenze negative come l’eccessivo turnover dei collaboratori o la bassa fidelizzazione dei clienti.

Quante volte come imprenditore non sei riuscito a trattenere persone di talento che avrebbero messo il turbo al tuo business?

E perché un talento dovrebbe scegliere proprio te come suo manager?

Come professionista fatichi ad avere un bel gruppo di follower appassionati?

Ecco 5 cose da fare e da non fare per fare business con la leadership:

1. Dire “noi” e non “io”

Fai sentire tutti parte del progetto condividendo uno scopo comune. Il senso di appartenenza ad un progetto aumenta considerevolmente quando spieghi il “perché” a chi ne è coinvolto. Rendi chiaro cosa fa l’azienda, perché lo fa e come insieme raggiungerete gli obiettivi. Essere sempre il protagonista e appropriarsi dei meriti altrui non crea il necessario clima di fiducia all’interno del tuo team. Tutti i più grandi sistemi, come il cervello e la rete internet, sono fatti e funzionano attraverso le interconnessioni dei propri elementi. Sfrutta anche tu questa caratteristica essenziale per far funzionare al meglio il tuo business.

2. Ispirare e non motivare.

Dai l’esempio e fai dell’ispirazione l’unica condizione per motivare all’azione chi lavora con te. Dire che cosa fare o non fare infastidisce le persone e, soprattutto, le demotiva. A differenza di chi impone qualcosa, il leader è colui che organizza, crea il contesto e le condizioni ideali per guidare un gruppo di persone al raggiungimento di obiettivi comuni. Stimolare l’azione senza favorire la crescita personale e professionale dei collaboratori, non promuove il loro apprendimento e lo sviluppo. In definitiva, ispira le persone ad auto-motivarsi per cambiare in meglio la propria situazione lavorativa e la propria vita.

3. Ottenere rispetto e non esigerlo.

Mostra empatia, comunicazione efficace, attenzione ai dettagli e sincero interesse verso gli altri. Sei tu il responsabile della comunicazione e dei suoi risultati. Una comunicazione efficace, basata su incoraggiamenti e supporto continuo, piuttosto che su ordini e imposizioni, può fare la differenza e può consentire di raggiungere performance eccezionali. Pensare che, a prescindere dai comportamenti,  il ruolo abbia insito il rispetto da parte degli altri è il più grande errore che puoi commettere per la salute della tua leadership e del tuo business. Per ottenere rispetto, devi prima tu rispettare gli altri.

4. Evocare collaborazione e non paura.

Sul lungo periodo, i leader che agiscono per sviluppare una cultura collaborativa e di sostegno reciproco, attraverso riconoscimenti positivi, possono smantellare i pregiudizi che spingono la nostra mente a essere scettica verso l’autorità, a contrastare il cambiamento e a cercare ragioni per sentirci sottovalutati. Il riconoscimento del leader genera una sensazione di benessere e di opportunità di sviluppo. Mentre, cercando ed evidenziando sempre gli errori otterrai un notevole abbassamento della motivazione da parte dei collaboratori e della loro fiducia nei tuoi confronti.

5. Cercare le risposte e non pensare di averle.

Se pensi di avere già tutte le risposte alle diverse situazioni che possono presentarsi sul tuo cammino stai rischiando grosso. Il cambiamento è insito in noi, come persone, e nel business in continua evoluzione. Devi essere un instancabile curioso. Ciò che funziona oggi, probabilmente non funzionerà allo stesso modo domani. Inoltre, sfrutta il potenziale delle persone intorno a te e del tuo team. Solitamente, una buona idea nasce dalla collisione di più intuizioni e anche i tuoi collaboratori possono avere quella giusta, quella che va a completare il puzzle della tua idea, per renderla completa e realizzabile.

Questi 5 punti sono fondamentali per allenarti ad essere un leader più efficace e ti consentiranno di influenzare positivamente le persone con le quali interagisci e farti seguire.

Per te che vuoi essere leader di te stesso e con gli altri ti segnaliamo il prossimo corso La nuova leadership: da leader a coach. Avrai la possibilità di apprendere come migliorare il tuo stile di leadership, integrarlo per adattare la tua leadership alle diverse situazioni e persone per raggiungere i tuoi obiettivi di business.

Condividi ora!

Powered by themekiller.com